Home

Shop

Programma

Partecipanti

Ristoranti

Zero Waste

Accesso

Contatti

EN-IT-FR-NL
 

Cari espositori, visitatori e volontari,

Vi siete iscritti al salone Vini, Birre, Ribelli che si terrà il 25 e 26 novembre a Tour & Taxis a Bruxelles.

Siamo felici di avervi tra noi e speriamo che sarete soddisfatti tanto quanto la nostra equipe organizzatrice durante questo festival.
V’informiamo che quest’anno abbiam preso diversi accorgimenti al fine di assicurare il buon svolgimento del festival dal punto di vista logistico, organizzativo, umano ed ecologico.

Nel bilancio dell’edizione 2015 siamo rimasti sbalorditi dalla quantità e dalla gestione (a fine evento) dei rifiuti generati.
Perciò, da quest’anno, noi vorremmo inserire il nostro salone nella tematica “Zero Waste” (Zero Rifiuti), un’iniziativa di eco-eventi che dovrà realizzarsi senza intralciare né lo svolgimento della manifestazione né il budget.

Al fine di realizzare questo obiettivo abbiam deciso di collaborare con l’associazione Zero Waste Belgium che si occuperà della gestione umana ed ecologica del nostro evento.

Crediamo che le misure prese, che leggerete qui sotto, sono state elaborate per il bene di tutti.

Qualora foste in disaccordo con alcuni criteri v’invitiamo a contattarci.

Grazie mille per il vostro impegno in questa nuova avventura !

Atto Istituvo Zero Waste Belgium
per Vini, Birre, Ribelli 2017

Al fine di raggiungere gli obiettivi posti dall’ASBL Zero Waste Belgium (ZWB) per l’evento VBR 2016, abbiamo elaborato una carta che dettaglia i tre “periodi” del salone: prima, durante e dopo.
Perché tutti possano partecipare a questa sfida vi preghiamo di leggere attentamente questa carta che vi presentiamo.

Per quel che concerne il potere organizzativo di VBR, esso s’impegna a seguire i dettami di questa carta ed invita tutti i partecipanti all’evento a fare altrettanto. 

1. Prima dell’evento

1.1. Diminuire il costo ecologico della comunicazione su carta

Prima e durante l’evento il pubblico ha molti mezzi, per mettere in evidenza gli espositori, che permettono di diminuire la quantità di carta, ad esempio :

  • Il sito web dell’evento completo di programma, piano di accesso, liste espositori, etc… ;

  • Social medias come Facebook, Twitter, etc.

Sono quindi invitati, tanto gli organizzatori quanto gli espositori, a favorire al massimo la comunicazione on line utilizzando al massimo la creatività, l’umorismo e la personalità.

Per quanto riguarda la distribuzione dei volantini è necessario gestire la loro diffusione per limitare la carta sprecata invitando il pubblico a servirsene quando interessati.
I posters affissi nelle zone distribuzione (bar, ristoranti, etc.) riporteranno dunque la menzione “domandate qui il vostro flyer (volantino) informativo”; i flyers riporteranno la menzione “non buttarmi per strada, se quest’informazione non v’interessa siete pregati di rimettermi dove mi avete trovato”.

L’uso di carta riciclata sarà favorito e la distribuzione di posters e flyers favorizzerà le azioni eco-responsabili come lo spostamento ecologico (bici, mezzi pubblici, etc), l’uso di materie riciclate e/o riciclabili…

Gli espositori sono invitati, durante la preparazione dell’evento, a favorire l’uso di Pads o roll-up riutilizzabili per la loro comunicazione. D’altra parte è chiesto agli organizzatori di preparare la comunicazione interna del salone utilizzando materiale riutilizzabile ogni anno (e quindi privo di menzione dell’anno dell’evento in corso).

IMPATTO: risparmiare la stampa su carta, aumentare l’impronta ecologica, diminuire il carico legato al trasporto, ridurre i rifiuti in strada e negli spazi di distribuzione.

1.2. Evitare il “sovraimballaggio” delle spedizione e/o del trasporto

E’ richiesto ad organizzatori ed espositori di utilizzare il metodo più efficace e meno inquinante per imballare e trasportare i prodotti ed il materiale espositivo e logistico legati all’evento.

Ad esempio suggeriamo di prevedere delle bottiglie di presentazione permanenti per il pubblico e di non etichettare lo stock di bottiglie previste per la degustazione.

IMPATTO: risparmio di plastica, vetro, colla, etichette, etc...

1.3. Privilegiare i contenitori più grandi possibili

Nei limiti del possibile, gli espositori sono invitati a privilegiare i grandi contenitori come i fusti, piuttosto che bottiglie, per la degustazione. Questo punto è indirizzato in particolare ai “birrai”.

IMPATTO : risparmio di imbottigliamento, spazio e tempo.

2. Durante il salone

2.1. Aiutare a massimizzare il riciclaggio dei rifiuti che arrivano agli stands.

Gli espositori sono invitati ad aiutare gli organizzatori a massimizzare il riciclo dei rifiuti che arrivano agli stands. Per questo motivo sarà messo a disposizione, in sala, tutto il materiale di riciclo necessario oltre che le informazioni per fare al meglio questo lavoro.

IMPATTO : Facilitare la pulizia dello stand ed aiutare il riciclaggio.

2.2. Fondi di bottiglie

I fondi di bottiglia del vino saranno sistematicamente portati alla cena/festa di sabato sera e di domenica sera per la chiusura.

I fondi rimasti dopo queste cene e le bottiglie che presentano problemi di apertura potranno essere svuotati dagli espositori in una piccola botte messa a loro disposizione.
Dopo il festival, l’aceto prodotto in questa botte sarà ricondizionato e messo in vendita durante l’edizione 2017 a beneficio dell’associazione Viva For Life.

IMPATTO : creazione di aceto in loco per VBR 2017, riutilizzo massimale di bottiglie aperte.

2.3. Gestione dei rifiuti logistici ed organici

Il salone VBR tramite la collaborazione con ZWB s’impegna a non utilizzare coperti “usa&getta” per quanto riguarda gli espositori FOOD presenti al salone e durante la cena di sabato sera. Un punto di raccolta di coperti sporchi sarà quindi messo a disposizione del pubblico e degli espositori ed i coperti saranno lavati continuativamente dalla squadra di volontari designati a questo compito.
Una spazzatura per i rifiuti organici calssici sarà messa a disposizione ogni tre espositori, a questi sarà aggiunta una spazzatura per rifiuti in carta “sporca” (fazzoletti usati).
Una sputacchiera in plastica sarà proposta ad ogni stand.
Ad ogni stand sarà proposto un kit che conterrà una scatola per i tappi in sughero, un recipiente per i tappi  in metallo (ad esempio delle birre) ed una busta per tappi ed altro materiale plastico o sintetico.
Sarà messa a disposizione anche una cassa per le bottiglie vuote.
Al salone saranno presenti altri tipi di spazzatura verso i quali v’invitiamo di dirigere il pubblico qualora fosse necessario (sacchetti arancioni e compostiere per rifiuti organici ad esempio).

IMPATTO : Riciclo selettivo dei rifiuti massimalizzato

2.4. Gestione razionale della carta informativa

Il salone VBR non proporrà più sistematicamente la guida di degustazione a tutti i visitatori ma bensì solo a coloro che lo richiederanno negli spazi dedicati nel salone, stessa cosa per delle buste ecologiche riutilizzabili per il trasporto delle bottiglie acquistate.
La carta utilizzata per le guide di degustazione sarà di tipo riciclato e riciclabile. Delle spazzature specifiche per la carta saranno messe a disposizione.

IMPATTO : Gestione ecologica della carta

2.5. Gestione dell’acqua

Gli espositori sono invitati a non sprecare l’acqua che è messa a loro disposizione, per esempio non riempiendo completamente un bicchiere per il risciaquo ed utilizzare l’acqua pubblica che sarà messa a disposizione in brocche, utilizzando l’acqua di Bruxelles messa a disposizione per permettere ai visitatori ed agli espositori di idratarsi qualora ve ne fosse bisogno.

IMPATTO : Limitare lo spreco d’acqua

2.6. Sensibilizzazione tramite i volontari

La gestione e la formazione dei volontari sarà assicurata dall’associazione ZWB. Oltre alla loro missione di gestione del salone e d’assistenza agli espositori ed al pubblico, i volontari saranno incaricati di sensibilizzare l’assistena. Saranno sempre pronti a rispondere alle vostre domande.

IMPATTO : Sensibilizzare il pubblico all’eco-responsabilità.

2.7. Accettare la sfida dell’eco-responsabilità

Le squadre di volontari prenderanno nota durante tutta la durata del salone della qualità dell’impegno eco-responsabile degli espositori di vino, birra e cibo. I vincitori saranno proclamati alla fine del salone oltre che nella comunicazione on line del salone.
Parallelamente gli espositori vedranno la loro “moneta del salone” rimpiazzata da verdure/frutta secca di differente valore per i loro acquisti durante la pausa pranzo.

IMPATTO: Eco-responsabilità ludica.

3. Dopo il salone

Alla fine del festival le squadre di volontari e l’organizzazione del salone avranno il compito di occuparsi dei rifiuti residui come alimenti, carta (tra cui i flyers non distribuiti), le bottiglie consegnate, le buste, casse e sacchetti legati al riciclaggio.
E’ tuttavia richiesto immediatamente agli espositori di riprendersi tutti i rifiuti evitabili.

Zero Waste Belgium (ZWB) è una ASBL (associazione non a scopo di lucro) che consiglia, raccoglie informazioni ed agisce per la riduzione dei rifiuti.

L’obiettivo di questa ASBL è di sensibilizzare il pubblico a diminuire la quantità di rifiuti ed allo stesso tempo di permettere un riciclaggio migliore quando i rifiuti non sono “ricuperabili”.

In pratica tutto ciò riassume un’opera di sensibilizzazione per :

1. Ridurre i rifiuti

  • evitare l’utilizzo di piatti e posate “usa&getta” per i servizi di ristorazione veloce e favorire il lavaggio dei coperti riutilizzabili (gestito da ZWB);

  • diminuire l’uso di imballaggi;

  • vendita di buste  in tessuto con logo VBR;

  • proporre ai clienti porzioni di quantità differenti per evitare lo spreco di cibo;

  • gestire gli scambi economici della manifestazione con una moneta locale;

  • installare una compostiera per i rifiuti organici;

  • raccolta degli avanzi alimentari. 

2. Facilitare la pulizia dei siti

  • riciclaggio in loco dei rifiuti con animazione ed informazione gestita dall’ASBL ZWB;

  • stimolare gli espositori della manifesestazione a non lasciare rifiuti sul posto aiutandoli, ad esempio, con dei kit “No Waste” (sacchetti per il riciclaggio, etc). 

Più d'informazione su : https://zerowastebelgium.wordpress.com/